Rabiot Juventus
Interviste

Verso Juventus-Torino, Rabiot: “Derby impegnativo, ma vogliamo vincere”

Adrien Rabiot in un’intervista ha parlato di derby e della partita con il Barcellona, passando per il record di Ronaldo

Nel pomeriggio di sabato 5 dicembre andrà in scena il derby della Mole numero 151 in serie A. Adrien Rabiot che – un po’ come tutta la squadra – si è reso protagonista di prestazioni altalenanti in questo inizio di stagione, si è concesso ai microfoni di Sky. In quest’intervista ha toccato diversi temi fra cui naturalmente il derby, la partita di martedì con il Barcellona e l’ennesimo record di Ronaldo.

Secondo quanto dichiarato dall’ex Paris Saint-Germain, “La partita con il Torino sarà una partita molto impegnativa e difficile. Questa sfida ha una tale storia che, anche senza tifosi, è una gara molto importante. Dobbiamo stare attenti: vogliamo vincere e dobbiamo farlo a tutti i costi”. Sempre in riferimento al derby, Rabiot ha analizzato il momento di entrambe le squadre: “Il Toro vive un momento complicato e vincere significherebbe rilanciarsi in classifica. Per noi, invece, è importante ottenere un altro successo dopo la bella prestazione in Champions League”.

Le parole sul prossimo turno di Champions e sul record di Ronaldo

L’intervista è poi proseguita, spostandosi sul cammino in Champions e sull’attesissima sfida al Barcellona: “La vittoria sulla Dinamo Kiev ci ha fatto bene mentalmente: era importante continuare il percorso con un successo per arrivare alla sfida col Barcellona e provare a conquistarci il primo posto nel girone”. Il centrocampista ha poi caricato l’ambiente affermando che la trasferta spagnola “sarà come una finale”.

Una delle battute finali è riservata al record di Cristiano Ronaldo che ha raggiunto i 750 gol in carriera. Rabiot ha ammesso: “Non abbiamo festeggiato per il record di Cristiano perché questo è un periodo complicato. Ci sono state tante partite e tanta fatica e non c’è stato tempo per i festeggiamenti”.

Il commento sulla crescita individuale

Come accennato precedentemente, in quest’inizio di stagione, la Juventus ha offerto prestazioni altalenanti sia in termini di risultati che in termini di tenuta fisica e mentale. Il reparto che è andato più in sofferenza è senza dubbio il centrocampo che, orfano della qualità di Miralem Pjanic, fatica a trovare una quadratura stabile.

Ad ogni modo, Adrien Rabiot sembra essere diventato un titolare inamovibile (8 presenze e un gol) e, con le sue galoppate palla al piede e incursioni offensive, si è meritato le chiavi del centrocampo. Proprio con un riferimento alla sua crescita, Rabiot ha chiuso l’intervista dichiarando: “Anche con lo stop per il Coronavirus ho lavorato molto con il mio preparatore in casa. Questo mi ha permesso di ritrovare la forma migliore. Sto bene fisicamente e mentalmente e anche questa stagione è iniziata bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *