Conferenza stampa Andrea Pirlo Juventus
Interviste

Juventus-Ferencvaros, Pirlo: “Superficiali, mi aspettavo di più”

Pirlo insoddisfatto dell’atteggiamento della sua squadra che ha dovuto recuperare lo svantaggio iniziale

Dopo la vittoria in Champions League della Juventus che ha battuto 2 a 1 in rimonta gli ungheresi del Ferencvaros, Andrea Pirlo non è rimasto del tutto soddisfatto dell’atteggiamento dei suoi in campo, soprattutto nel primo tempo. La Juventus parte in svantaggio subendo la rete di Uzuni al 18′ del primo tempo. Grazie ai gol in rimonta di Ronaldo al 35′ e soprattutto di Morata al 92′ i bianconeri vincono il match e accedono alla fase degli ottavi di Champions League per il settimo anno consecutivo. Nell’intervista post partita l’allenatore bianconero ha parlato anche di De Ligt e del momento negativo di Dybala.

L’intervista di Andrea Pirlo dopo la vittoria in Champions League

Nella solita intervista a fine gara Pirlo non ha usato mezzi termini per commentare la prestazione dei suoi giocatori: “L’obiettivo era quello di entrare in campo con un altro atteggiamento. Con queste partite apparentemente semplici puoi andare incontro a difficoltà, siamo entrati in campo un po’ troppo superficiali e poi abbiamo dovuto fare una partita a rincorrere. Non abbiamo fatto una prima pressione veemente come avevamo preparato”. L’allenatore bianconero ha poi aggiunto: “Dopo tante partite è normale non avere la stessa intensità. Era importante non sbilanciarsi e non rimanere lunghi. Abbiamo un po’ rischiato nel primo tempo, poi nel secondo ci siamo sistemati. I cambi? Era una partita difficile ma mi aspettavo di più, loro si sono chiusi molto bene ma noi dovevamo farli muovere. Invece il ritmo non è stato alto“.

Le parole di Pirlo su De Ligt e Dybala

Andrea Pirlo ha parlato anche di alcuni suoi giocatori, in particolare di De Ligt e di Dybala. Il primo si è trovato a dover guidare la difesa juventina in una serata storica, infatti per la prima volta dopo 123 anni e 4371 partite i bianconeri hanno giocato la prima partita ufficiale senza giocatori italiani tra porta e difesa. Con Buffon non convocato per un leggero problema fisico e Bonucci e Chiellini ai box per infortunio, la coppia inedita Danilo-De Ligt ha guidato la difesa della Juventus. Proprio di quest’ultimo l’allenatore ha voluto commentare la prestazione: “È un campione a livello tecnico e umano, è un capitano già a vent’anni. Ci consente di essere più aggressivi ma può dar tanto anche in fase di impostazione“.

Pirlo ha poi parlato della prestazione di Paulo Dybala, apparso un po’ appannato nelle sue ultime uscite con la maglia della Juventus. Sulla sua prestazione in Champions ha così commentato: “Non ha fatto benissimo, però è in crescita. Viene da un periodo di inattività e da una infezione. È normale che abbia bisogno di più tempo rispetto agli altri, deve crescere e andare oltre la sua soglia in allenamento per ritrovare la forma migliore“.

Juventus agli ottavi di Champions League

Con la vittoria in rimonta sul Ferencvaros la Juventus accede agli ottavi di Champions League con due turni di anticipo. I bianconeri si qualificano insieme al Barcellona che vince per 4 a 0 contro la Dinamo Kiev e passa come prima nel loro girone con all’attivo 12 punti. La squadra di Pirlo con i suoi 9 punti nel girone, ottenuti grazie alle vittorie su Dinamo Kiev e Ferencvaros, con quest’ultima sia all’andata che al ritorno, conquista l’accesso agli ottavi per la settima volta consecutiva. Secondo un’analisi di Opta Sports la Juventus è la seconda squadra italiana a riuscirci per almeno sette stagioni di fila dal 2003/04, anno in cui è stato introdotto l’attuale formula del torneo, dopo l’Inter, qualificatasi per otto stagioni consecutive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *