Maurizio Sarri conferenza stampa Juventus
Interviste

Sassuolo-Juventus, Sarri in conferenza: “Chiellini il più grande rimpianto della stagione”

Maurizio Sarri ha parlato alla vigilia del match contro il Sassuolo. Il tecnico della Juventus ha sottolineato l’importanza della gara in ottica scudetto, buone notizie su Demiral

Il tecnico bianconero nella consueta conferenza stampa della vigilia ha presentato la complicata partita contro il Sassuolo del Mapei Stadium. Dopo il 4-2 subito contro il Milan e il 2-2 con l’Atalanta la Juventus vuole riprendere la corsa verso lo scudetto con una vittoria. Il tecnico campano si è complimentato con Roberto De Zerbi per i grandi progressi del Sassuolo, ha fatto il punto sulla possibile formazione e ha parlato della corsa scudetto tutt’altro che scontata.

Sassuolo, quanti complimenti

Maurizio Sarri ha speso parole al miele per la squadra avversaria allenata da De Zerbi: “Il Sassuolo è una di quelle squadre che ha preso la strada dell’Atalanta, sta dando continuità a un progetto e ha un allenatore di alto livello. Ha una pericolosità offensiva fuori dal normale. I bergamaschi durante il percorso sono cambiati, ora è più offensiva e ha un livello di aggressività che può mettere in difficoltà. Il Sassuolo ha una grande propensione al palleggio, sa togliere la palla agli avversari e gestire le partite. Non si fanno remore quando giocano contro le grandi. A tratti dovremo anche soffrire, dobbiamo prevederlo e farci trovare pronti”. Sottolinea come De Zerbi abbia idee chiare: “Ognuno fa il calcio che deve fare in base ai giocatori, altrimenti si diventa allenatori di sé stessi. De Zerbi ha idee e dà impronte alle squadre. Mi sembra il più interessante tra i giovani. Si ispira a me? Avrà preso qualcosa, ma il 99% vien fuori dalla sua testa”.

La strada per lo scudetto è ancora lunga

Questa frenata della Juventus ha riacceso gli animi anche in ottica scudetto, con la Juventus che ha bisogno di ricominciare la corsa per raffreddare gli animi. Sarri vuole concentrazione e sottolinea come lo scudetto sia ancora tutto da conquistare: “Questo scudetto non è scontato, c’è ancora da soffrire. Sappiamo che ci servono 11 punti nelle prossime sei partite, ma non penso nessuno lo dia per scontato. Nello sport non esiste nulla di scontato. Non leggo i social per scelta di vita, la gente ci dà affetto”. Vuole concentrarsi solo ed esclusivamente sul fare i punti necessari per raggiungere l’obiettivo prefissato: “In questo momento dobbiamo avere nella testa solo un calcolo: dobbiamo fare 11 punti in sei partite, il resto ci interessa poco. Spero che a breve saremo in grado di fare maggiori rotazioni”.

Chiellini rimpianto della stagione

Dal punto di vista degli infortuni, la stagione della Juventus è stata sfortunata. L’infortunio più pesante è stato senz’altro quello di Giorgio Chiellini che è stato costretto a saltare grande parte della stagione: “Chiellini è uno dei grandi rimpianti della nostra stagione, un’assenza pesante. È un giocatore trascinante, ha avuto un lungo stop e alla ripresa si è fermato di nuovo. Da cinque giorni si allena con la squadra, è in crescita. In questo momento non ha i 90′ ma sta crescendo”. Altri giocatori acciaccati sono Demiral e Bonucci: “Demiral sta bene, non l’ho visto in grandissima difficoltà, ma è rientrato l’altro ieri e quindi gli dobbiamo dare un po’ di giorni per allenarsi e rientrare in condizione. È guarito, ora va reso efficiente a livello di prestazioni. Oggi valuteremo se far giocare Bonucci – che ha avvertito un problema al tallone – o tenerlo a riposo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *