Maurizio Sarri conferenza Juventus
Interviste

Juventus-Lazio, Sarri: “Concentrati sullo scudetto. Ronaldo è incredibile”

Il tecnico della Juventus è molto contento della vittoria, con l’obiettivo scudetto che si avvicina. Chiarisce il suo futuro e si complimenta con Ronaldo

Nel post partita del match tra Juventus e Lazio, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa per affrontare diversi temi. Ha confermato le parole dette da Fabio Paratici che lo vogliono alla guida della Juventus anche il prossimo anno, analizza la vittoria contro la Lazio e si complimenta ancora una volta con Cristiano Ronaldo che si dimostra un campione senza fine.

Voglia di scudetto

Con la vittoria sulla Lazio la Juventus si è nuovamente allontanata dall’Inter e adesso è a +8. Sarri è felice e vuole assolutamente raggiungere l’aritmetica: Dobbiamo fare 4 punti, ma abbiamo tutte gare difficili e nel giro di pochi giorni. Bisogna restare sul pezzo. Quando uno lascia un mestiere per intraprenderne un altro, di certo non pensa di arrivare a questi livelli. Ho lasciato il mio vecchio lavoro perché mi annoiavo, l’obiettivo era quello di vivere con il calcio, facendo qualcosa che mi appassionava. Poi la speranza è quella di crescere sempre, ma ci vuole anche un po’ di fortuna”.

Ronaldo è impressionante

Se la Juventus ha vinto per 2 reti a 0, molto di questo risultato lo deve a CR7 che ancora una volta si è caricato la squadra sulle spalle segnando una doppietta. Anche Sarri si mostra stupefatto dai livelli che riesce a raggiungere questo giocatore: “Cristiano Ronaldo quando sente l’odore del gol è un giocatore impressionante, ha la capacità di avere un recupero tra una gara e l’altra di livello straordinario. Non parlo tanto dal punto di vista fisico quanto da un punto di vista mentale, è un fuoriclasse nei piedi ma anche nella testa. Non sa ancora se sarà il caso di farlo riposare, anche se a suo modo di vedere non ce ne sarà bisogno: “Vedremo se sarà il caso di farlo riposare un po‘, ma ora dà la sensazione di non averne bisogno”. Con Higuain e Dybala che hanno qualche acciacco fisico le probabilità che l’attaccante portoghese riposi in qualche partita si abbassano drasticamente: “Dipenderà anche dagli altri, Dybala e Higuain per esempio hanno avuto problemi alla schiena negli ultimi giorni. La decisione era quella di far riposare Paulo, poi c’è stato l’infortunio di Gonzalo e abbiamo dovuto rischiarlo”.

Champions strana all’orizzonte

Nonostante Sarri sia concentrato sullo scudetto, qualche pensiero alla Champions di agosto lo riserva. Lui con questo cambio di format si aspetta delle partite molto strane con dei risultati strani, inoltre ci saranno grandi differenze di forma tra le squadre di paesi diversi: “Tante squadre arrivano dopo un rush finale nei singoli campionati, altre dopo una lunga sosta. C’è una situazione estremamente eterogenea tra i vari paesi. Noi dobbiamo concentrarci sugli ottavi di finale per raggiungere la Final Eight, il che è già un traguardo importante. Ma prima pensiamo a portare a casa lo scudetto”. Infine chiede ai suoi ragazzi un miglioramento in fase difensiva: “Bisogna partire da una considerazione: abbiamo avuto 12 rigori contro, in una stagione dove in tutta la Serie A c’è una media più alta. Poi tanti gol li abbiamo subiti in delle fasi dove abbiamo staccato la spina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *