Maurizio Sarri Juventus
Ultime notizie

Juventus, Sarri a rischio: tensione con giocatori e tifosi

Situazione complicata in casa Juventus. Sarri non ha più il gradimento di tifosi e giocatori: l’allenatore toscano deve riacquistare la fiducia persa

C’è molta tensione in casa Juventus dopo la sconfitta ai rigori in finale di Coppa Italia contro il Napoli. Il colpevole principale secondo i tifosi è Maurizio Sarri, con il quale non è mai sbocciato un vero amore. La notizia che preoccupa l’ambiente bianconero è il distacco tra i giocatori e il tecnico toscano: adesso il gruppo non segue più i dettami tecnici del suo allenatore, rischiando di compromettere gli altri due obiettivi – Champions e scudetto – per cui è ancora in corsa.

Il rapporto con il gruppo

Il problema principale è legato ai giocatori che hanno smesso di seguire Sarri. Molti di loro non si sentono partecipi del progetto, soprattutto a causa del modo in cui l’allenatore ex Napoli interpreta le partite. A questo si aggiunge la condizione fisica assai lontana dall’essere perfetta, che rende difficile – specialmente in questo momento – fare previsioni su come andrà il resto della stagione e se questo strappo si ricucirà.

L’ipotesi esonero

Al momento non ci sono gli estremi per un licenziamento. La situazione contrattuale verrà rivista in caso di non raggiungimento dei restanti obiettivi, Champions League e campionato, e di un mancato miglioramento a livello di gioco sul campo. Le somme si tireranno a fine stagione, quando si avrà una visione più chiara dell’operato dell’allenatore toscano.

Nelle ultime ore si è sparsa la voce circa un possibile ritorno di Allegri sulla panchina bianconera: il club ha fermamente smentito quest’ipotesi, concedendo ancora fiducia a Sarri.

La situazione Cristiano Ronaldo

La nuova grana da risolvere per l’allenatore toscano riguarda il malumore di Cristiano Ronaldo, espresso attraverso le parole della sorella Elma: “Da solo non puoi fare miracoli. Non riesco a capire come si possa giocare così. Comunque testa alta, di più non si poteva fare“. Chiaro il riferimento a Sarri e al gioco non proprio fluido espresso dalla sua squadra che non aiuta a rendere al meglio il fenomeno portoghese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *