Ramsey Juventus
Interviste

Juventus, Ramsey racconta: “Qui a Torino grazie a Szczesny”

In un’intervista Aaron Ramsey ha parlato del suo approdo alla Juventus e dei primi mesi che ha vissuto a Torino, con le difficoltà sulla tattica

Ramsey ha rilasciato un’intervista al tabloid britannico The Athleticin cui ha raccontato del suo arrivo alla Juventus e dell’importanza di Szczesny come fonte di informazioni. Inoltre, ha parlato delle differenze del calcio inglese con quello italiano e dei suoi nuovi compagni di squadra Dybala e Cristiano Ronaldo.

“Szczesny mi ha detto solo cose positive”

Ramsey è arrivato alla Juventus dopo 11 stagioni all’Arsenal – intervallate da qualche mese di prestito al Nottingham Forest e Cardiff City – con cui ha disputato 371 partite arricchite da 65 gol e 65 assist. A causa di ripetuti infortuni, la squadra londinese ha deciso di lasciar andare il giocatore a parametro zero. A quel punto ha dovuto decidere in che società approdare e ci ha pensato Szczesny a convincerlo: “Era il mio uomo di informazioni privilegiate. È a Torino da un po’ e mi ha detto solo cose belle. Scherzando mi ha anche chiesto una commissione”. 

In questo primo spezzone di stagione ha realizzato 24 presenze, 4 gol e un assist e ha iniziato a trovare continuità da inizio 2020 perché doveva entrare nei meccanismi tattici di mister Sarri, precisando la preferenza di ruolo come mezzala: “In Italia la tattica è molto più importante. Spesso passiamo giorni a prepararci alla partita successiva mentre in Inghilterra in attacco si aveva molto più spazio. Qua le squadre piccole si chiudono e quindi serve più pazienza nel palleggio per cercare di trovare un varco”. 

L’ambiente Juventus e i nuovi compagni

L’intervista si è poi spostata sull’ambiente Juventus e sulle persone che lo compongono come il presidente Agnelli. Viene tutti i giorni a parlare con noi giocatori o a prendere semplicemente un caffè. Questo aiuta molto il gruppo che sente la società vicina e unita alla squadra”. 

Parlando di squadra, non potevano non esserci delle dichiarazioni su Dybala e Cristiano Ronaldo“Paulo è un ragazzo eccezionale, ha delle qualità tecniche incredibili e quando fa certe cose in partita e allenamento, rimani senza fiato. Cristiano invece è uno dei migliori della storia del calcio. Viene sempre per primo agli allenamenti, si allena in palestra e poi ha sempre la fame di vincere. Segna sempre e tantissimo, speriamo ci aiuti a raggiungere i nostri obiettivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *