Allenamento Giorgio Chiellini
Interviste

Juventus, Chiellini racconta: “Infortunio duro, potrei smettere dopo l’Europeo”

Giorgio Chiellini è stato ospite di una diretta Instagram con Martina Colombari. Si è parlato dell’infortunio, dei giocatori che più ammira e del suo futuro

Nel pomeriggio di domenica Giorgio Chiellini è stato ospite all’interno di una diretta Instagram di Martina Colombari. Il capitano della Juventus ha raccontato di come la sua vita sia cambiata durante l’infortunio, dei giocatori che stima di più ma anche del futuro dopo il ritiro.

Infortunio

Non si poteva non partire dalla nota dolente della stagione di Chiellini e la Colombari ha subito chiesto lumi sull’infortunio e su come il capitano juventino lo avesse vissuto: “Esperienza complicata che però grazie alla mia esperienza ho vissuto con positività, non avevo mai pranzato di domenica con la mia famiglia, in questo periodo ci sono riuscito“. Racconta anche di come sia difficile ripartire durante la riabilitazione: “Inizialmente i miglioramenti sono impercettibili, ti sforzi per vedere positivo“.

Chiellini extra-campo

Lascia per qualche minuto da parte il prato verde e racconta le sue vicende fuori dal rettangolo di gioco: “Prima mi arrabbiavo molto di più, ero molto più critico con me stesso. Nei momenti di difficoltà cercò adesso di non pensarci troppo cercando di svagarmi con la mia bella famiglia“. Parla anche della laurea che è riuscito a prendere non senza fatica: “Facendo il liceo la mia idea è sempre stata quella di laurearmi, sono riuscito a prendere la triennale in quattro anni. Non è stato tutto semplice, negli esami più complicati prendevo ripetizioni, non mi sarei laureato altrimenti”.

Guardiola, Conte, Ibra, Ronaldo e Buffon: Quanti complimenti

Dopo aver raccontato alcune storie legate alla sua vita privata torna a parlare di calcio. Non lesina complimenti a Guardiola e Conte, ma gli attestati di stima vanno anche a Ibra, Ronaldo e Buffon. “Guardiola in questo momento ha qualcosa di diverso dagli altri, non ho mai avuto il piacere di conoscerlo, ma mi piacerebbe“. Su Conte spende parole ancora più importanti: “Prima che arrivasse alla Juventus il concetto di difensore era completamente differente, non era previsto che impostasse, con lui abbiamo svoltato“. Dedica qualche parola anche ad Allegri che insieme a Conte sono i due allenatori che più sono entrati dentro il cuore del capitano della Juventus.

Si trasferisce dalla panchina al campo con parole al miele per Ibrahimovic, Ronaldo e Buffon. “Con Ibra ci ho giocato da giovanissimo e mi è servito tanto per guadagnarmi il rispetto, lo sfidavo sempre e mi ha aiutato a crescere tanto“. Molto contento che Ronaldo adesso giochi nella sua stessa squadra: “In carriera è forse il giocatore che mi ha segnato di più, per fortuna ora è un mio compagno. Nei primi due anni è riuscito col suo arrivo a farci dare il 100%. Giochiamo per lui, lui è un altro livello“. Infine trova lo spazio per il compagno di mille battaglie Gigi Buffon: “Per me è un fratello maggiore, nei momenti più importanti è sempre riuscito attraverso i suoi discorsi a tirare fuori il meglio da noi. Con lui ho vissuto tantissime emozioni in questi anni tra club e nazionale, è una persona splendida che mi ha insegnato tanto“.

Il futuro

Il 14 agosto compirà 36 anni, giusto chiedersi dunque quale sarà il suo futuro, lui risponde così: “Il prossimo anno cercherò di capire come sto. Mi piacerebbe fare un percorso nel mondo del calcio perchè è la mia vita. Finire con un grande europeo sarebbe l’ideale, spero di arrivarci in ottime condizioni per viverlo alla grande“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *