kulusevski gervinho parma
Interviste

Juventus, Kulusevski entusiasta: “Non vedo l’ora di giocare con Dybala”

Il talento svedese che si unirà ai bianconeri dalla prossima stagione, si sente pronto per affrontare la nuova sfida

Dejan Kulusevski, a inizio anno di proprietà dell’Atalanta ed esploso col Parma, si racconta in un’intervista alla Gazzetta dello Sport. “Mi attrae l’idea di misurarmi con i migliori”. È questo il pensiero fisso del centrocampista svedese pensando alla prossima stagione che affronterà con la maglia della Juventus.

Pronto per la nuova avventura, desideroso di imparare dai giocatori più forti e soprattutto esaltato dalla coppia d’attacco che formerà in bianconero con la Joya: Vado lì per imparare. Non vedo l’ora di duettare col sinistro magico di Dybala. So giocare in più ruoli e conto di ritagliarmi uno spazio anche a Torino”.

Alla Juventus per il gioco di Sarri

Kulusevski si è fatto conoscere dal grande calcio quest’anno con la maglia gialloblu del Parma. Una prima parte di stagione spettacolare, da protagonista, con cinque gol e sette assist nelle prime 23 partite del campionato in corso. Prima del mercato invernale, i grandi club di Serie A avevano messo gli occhi su di lui, su tutte Juventus e Inter. I bianconeri hanno fatto lo scatto decisivo – anche forti del volere del calciatore – acquistandolo dall’Atalanta per 35 milioni di euro.

Dall’1 luglio avrebbe dovuto vestire la maglia della Juventus, ma la pandemia dovuta al coronavirus, rimanderà di alcune settimane il trasferimento. Determinante per la scelta dello svedese di trasferirsi a Torino è stato Sarri: Mister Sarri è stato simpatico, mi ha messo a mio agio. Conoscevo il suo Chelsea e il suo tipo di gioco. Anche per questo ho scelto il bianconero”. Meno convinto, invece, da Antonio Conte e dalle sue tattiche: “Con Conte i movimenti sono diversi, come l’assetto tattico. E il mio dubbio era proprio questo”.

A pochi giorni dal passaggio in bianconero, Kulusevski ha l’opportunità di incontrare i suoi futuri compagni. Il calendario mette di fronte Juventus e Parma: “Che emozione quel giorno allo Stadium, un’atmosfera unica. E le parole di Ronaldo che mi ha detto: Benvenuto Dejan, come stai?“. Anche Chiellini e Buffon hanno accolto il ragazzo: “Una gioia immensa per un ragazzo che li aveva visti solo in tv”.

Prima del bianconero, bisogna portare a termine la stagione

Il campionato non è ancora terminato, c’è da finire in bellezza col Parma. Lo svedese è molto legato ai ducali e al mister D’Aversa: “In estate, quando il ds Faggiano e mister D’Aversa mi hanno offerto quest’opportunità, hanno dimostrato grande fiducia. Perciò ci tengo a chiuderla in bellezza, facendo la mia parte per questo finale di stagione. Voglio sfruttare ogni giorno per imparare”.

Un ragazzo con la testa sulle spalle, aiutato nella crescita dall’esperto Bruno Alves: “È il mio tutor. A 40 anni è il più in forma di tutti, gli ho chiesto aiuto e ora lo ringrazio. È amico di Ronaldo, sono due mostri di longevità, due highlander. Un sogno imitarli”.

Ripresosi dal problemino alla schiena che l’ha limitato nell’ultimo periodo prima dello stop, è pronto per lo sprint finale: Qualcuno pensa che mi ero già montato la testa. La realtà è che non stavo bene fisicamente. Ringrazio il fisioterapista che mi ha aiutato a risolvere i problemi di postura e di respirazione. In queste settimane abbiamo fatto due sedute al giorno. Ora vado a mille”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *