raul jimenez wolves
Calciomercato Juventus

Chi è Raul Jimenez, attaccante messicano nel mirino della Juventus

Alla scoperta del messicano, che potrebbe sostituire Higuain nel caso dovesse lasciare la Juventus. I bianconeri pronti ad una grande offerta

Col possibile addio a fine stagione di Gonzalo Higuain, la Juventus è alla ricerca di un valido sostituto. Tanti i nomi in ballo, ma dall’Inghilterra ne arriva uno nuovo: Raul Jimenez. Il giocatore messicano è da tempo un obiettivo di mercato del Manchester United. Secondo il Sunday Times, i bianconeri si sarebbero inseriti nella corsa per l’attaccante messicano, che dovrebbe lasciare i Wolves a fine stagione. L’entrata della Juventus è avvenuta anche grazie all’intervento dell’agente del giocatore Jorge Mendes. Il procuratore portoghese, in ottimi rapporti coi bianconeri dopo l’affare Ronaldo, cercherà di convincere Jimenez a trasferirsi a Torino.

L’offerta dovrà essere sostanziosa, perchè solo due anni fa il Wolverhampton ha sborsato 38 milioni di euro per prelevare Jimenez dal Benfica. Dopo queste due stagioni nelle quali ha messo a segno 39 gol, la quotazione è salita e molto probabilmente il club inglese per privarsi dell’attaccante avrà bisogno di una offerta importante. Si parlerebbe di una cifra superiore ai 40 e molto vicina ai 50 milioni di euro per l’acquisto del messicano.

Chi è Raul Jimenez

Raul Jimenez inizia a giocare in Messico nelle giovanili del Club America, esordendo in prima squadra nel 2011 all’età di 20 anni. Nell’estate del 2014 viene acquistato dall’Atletico Madrid per 10,5 milioni di euro. Con i Colchoneros gioca solo una stagione, senza impressionare particolarmente, e viene ceduto ai portoghesi del Benfica per una cifra di 9 milioni per la metà del suo cartellino. Dopo i 12 gol segnati nella stagione 2015/16, il Benfica decide di acquistare tutto il cartellino del calciatore dagli spagnoli per una cifra complessiva di 22 milioni di euro.

Nel mercato estivo 2018 – dopo tre stagioni in Portogallo – diventa un giocatore del Wolverhampton, club neopromosso in Premier League, guidato dal portoghese Nuno Espirito Santo. Gli inglesi dopo un prestito stagionale pagano 38 milioni di euro per acquistarlo definitivamente. In Inghilterra Jimenez diventa subito una pedina fondamentale della squadra. Grazie ai suoi gol regala ai Wolves un settimo posto con qualificazione all’Europa League nella prima stagione, mentre in quella in corso la squadra è in lotta per un posto in Champions League – attualmente si trova al sesto posto – e in Europa League è agli ottavi di finale.

Raul Jimenez: ruolo e statistiche

Raul Jimenez è un attaccante centrale di 29 anni, molto forte fisicamente (alto 188 cm). Letale nei colpi di testa, è un uomo d’area di rigore ed un ottimo punto di riferimento al centro dell’attacco. Per il calcio moderno si potrebbe definire un attaccante di manovra, che tiene la palla per permettere alla squadra di salire nei momenti di difficoltà, e che i compagni possono usare come sponda nella fase offensiva.

Nella stagione in corso con la maglia del Wolverhampton ha messo a segno 22 gol e dieci assist in 44 partite totali giocate tra Premier League, Europa League e FA Cup. Migliorando le prestazioni rispetto alla stagione precedente, terminata con 17 reti e otto assist in 44 partite. Numeri mai raggiunti da Jimenez nelle sue passate esperienze europee al Benfica e all’Atletico Madrid.

Nella nazionale messicana vanta 81 presenze con 24 gol segnati. Il suo esordio risale al 30 gennaio 2013 in occasione dell’amichevole contro la Danimarca. Ha giocato i Mondiali di Russia 2018 e con la selezione olimpica ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Londra nel 2012.

Come giocherebbe la Juventus con Raul Jimenez

Raul Jimenez per le sue caratteristiche si inserirebbe bene nell’attacco juventino che Sarri cercherà di rendere sempre più simile a quello dei suoi sogni tattici. Infatti il messicano – qualora la trattativa andasse in porto – potrebbe andare a prendere il posto di Higuain al centro dell’attacco bianconero con Ronaldo e Dybala ai due lati, in un tridente simile a quello del Napoli di Sarri con Insigne e Callejon – o Mertens-ai lati del pipita.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey, Bentancur, Matuidi; Dybala, RAUL JIMENEZ, Cristiano Ronaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *