Emerson Palmieri Italia
Calciomercato Juventus

Calciomercato Juventus, piace Emerson Palmieri per il dopo Alex Sandro

Il terzino azzurro del Chelsea apre a un suo ritorno in Serie A. Il suo ex tecnico Sarri lo porterebbe volentieri in bianconero

In attesa di ripartire col calcio giocato, sono sempre accese le sirene del calciomercato. La Juventus in questo momento di calma apparente, sta riflettendo sui terzini. A parte Alex Sandro, gli altri – De Sciglio e Danilo – non sembrano sicuri della riconferma per la prossima stagione. Così si fa sempre più larga l’idea Emerson Palmieri – già allenato da Sarri ai tempi del Chelsea – che i bianconeri seguono da tempo.

Il calciatore azzurro di origine brasiliana, nella sua esperienza inglese non sta vivendo il momento migliore della sua carriera, anche a causa della concorrenza di un certo Marcos Alonso. Lo stesso giocatore ai microfoni di Sky Sport, ha fatto capire che tornerebbe volentieri in Serie A: “Mi sono trovato benissimo in Italia, anche con la cultura, e anche per questo ho scelto la nazionale azzurra”.

In Italia con le maglie di Palermo e Roma

Emerson Palmieri ha giocato in Italia dal 2014 al 2018, indossando le maglie di Palermo e Roma. Nel gennaio 2018 è stato acquistato dal Chelsea, all’epoca allenato da Antonio Conte, per 20 milioni di euro.

Il Palermo lo prende in prestito dai brasiliani del Santos nell’estate del 2014. Esordisce in Serie A il 24 settembre nel corso della partita pareggiata 3-3 contro il Napoli. Sotto la guida di Iachini colleziona nove presenze in campionato. Queste poche presenze sono necessarie per farsi notare dalla Roma, che lo porta nella capitale in prestito con diritto di riscatto.

Nella prima parte del campionato 2015/16 gioca poco, appena una presenza da subentrato nella vittoria per 4-2 contro il Palermo. Ma con l’arrivo di Spalletti sulla panchina giallorossa, inizia piano piano ad incrementare presenze. Chiude la stagione con nove presenze e un gol. Durante la sessione estiva di mercato la Roma lo acquista a titolo definitivo per due milioni di euro.

È proprio nella stagione successiva che avviene l’esplosione del terzino. Un gol e un assist in 36 presenze totali tra campionato e coppe, gli valgono le prime convocazioni nella nazionale italiana, senza scendere però in campo. Nell’ultima partita di quell’annata, il 28 maggio 2017, riporta un grave infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Questo gli costa tutta la prima parte della stagione successiva e anche il posto in squadra. La Roma, infatti, per sostituirlo acquista Kolarov. L’italo-brasiliano viene messo ai margini della rosa e ceduto nella sessione invernale 2018 al Chelsea.

Emerson Palmieri: ruolo e caratteristiche

Emerson Palmieri è un terzino sinistro, molto abile tecnicamente e fisicamente. Grazie alla sua abilità nel saltare l’uomo e crossare in area, può essere utilizzato anche con esterno in un centrocampo a 4 o a 5. Spalletti quando allenava la Roma lo ha schierato anche come esterno offensivo d’attacco.

Nei due anni e mezzo in giallorosso ha vissuto alti e bassi. Dopo i primi sei mesi sempre in panchina, l’arrivo di Spalletti ha dato il via alla sua carriera: “I 5-6 mesi alla Roma non sono stati facili, poi Spalletti ha fatto un gran lavoro su di me. Devo soltanto ringraziarlo, mi ha sempre protetto. Per me è stato come un papà. A Roma il momento più bello è stata la vittoria nel derby 2-0. Nessuno credeva ancora in me, ma feci una partita straordinaria”.

Proprio quando sembrava avviato verso una grande carriera, l’infortunio e la conseguente cessione al Chelsea, dove trova Conte prima e Sarri dopo: “Sarri è un po’ più tattico. Si arrabbia di più durante gli allenamenti. Conte? Da lui ho imparato tante cose, ha dimostrato di essere un allenatore fantastico”.

Naturalizzato italiano per le origini cosentine del nonno materno, viene convocato in nazionale le prime volte dal ct Ventura e fa il suo esordio il 19 settembre 2018 con Mancini sulla panchina azzurra nella partita contro il Portogallo di UEFA Nations League. Finora ha collezionato sette presenze e nessun gol con la maglia dell’Italia.

Come giocherebbe la Juventus con Emerson Palmieri

Sono interessati al terzino sinistro le squadre guidate dai due tecnici che l’hanno allenato al Chelsea: la Juventus di Sarri e l’Inter di Conte. Emerson Palmieri però è galvanizzato dall’idea di poter nuovamente lavorare con Maurizio Sarri, il tecnico che l’ha consacrato a livello internazionale: “Conte o Sarri? Il mister Sarri mi ha dato di più, abbiamo lavorato di più insieme“. La Juventus sta cercando rinforzi proprio in quella parte del campo, con il solo Alex Sandro come unico interprete di ruolo nella corsia difensiva sinistra. Un suo eventuale acquisto potrebbe mettere alla porta proprio l’ex Porto.

4-3-1-2: Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, EMERSON; Pjanic, Bentancur, Matuidi; Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *